Autori Festival 2022

Il gruppo di lettura de La Vallata dei libri bambini ha selezionato gli autori da proporre alle scuole per la 9° edizione del Festival di letteratura per giovani lettori LA VALLATA DEI LIBRI BAMBINI, che si svolgerà ONLINE dal 21 marzo al 1° aprile 2022.

Di seguito l’elenco degli autori partecipanti,  suddivisi nelle classi primarie e secondarie di I e II grado, e le sinossi dei libri scelti sulle quali effettuare la vostra prenotazione all’incontro con lo scrittore.

Elenco degli autori presenti al Festival 2022

Classe prima primaria

Cristina Bellemo, Il paese degli elenchi/ Storia piccola

Gionata Bernasconi, Quell’asino di mio nonno/ Occhio al bradipo

Sergio Olivotti, Si fa presto a dire elefante

Classe seconda primaria 

Cristina Bellemo, Il paese degli elenchi/ Storia piccola/ Pieno e vuoto

Gionata Bernasconi, Quell’asino di mio nonno/ Occhio al bradipo/ La tigre e la bambina

Sergio Olivotti, Si fa presto a dire elefante

 

 SOSTIENI IL FESTIVAL:

acquista i libri per la tua classe presso Alessia Libreria, la nostra libreria fiduciaria!

Puoi sostenere il Festival anche acquistando o chiedendo ai ragazzi di acquistare i libri dell’autore presso Alessia Libreria di Fiorano al Serio, la libreria ideatrice e sostenitrice del Festival.

Su ogni libro dell’autore che incontrerai la libreria riconoscerà a te uno sconto del 5% e darà un ulteriore 5% alla nostra associazione per le spese del Festival.

Classe terza primaria

Guia Risari, Una gallina nello zaino/ Ada al contrario/ Il volo della famiglia Knitter/ Avanti tutta

Chiara Lorenzoni, La forma del tempo/ Quello speciale/ Amali e l’albero

Annalisa Strada, I bislunghi e i biscorti/ La scorpacciata/ La cacciatrice di fossili

 

Classe quarta primaria

Anna Sarfatti, La Costituzione raccontata ai bambini/ Chiama il diritto, risponde il dovere

Michele D’Ignazio, Il mio segno particolare

Annalisa Strada, I bislunghi e i biscorti/ La scorpacciata/ La cacciatrice di fossili/ I ragazzi di Villa Emma

 

Classe quinta primaria

Anna Sarfatti, Sei Stato tu? La Costituzione attraverso le domande dei bambini/ Se vuoi la pace

Michele D’Ignazio, Il mio segno particolare

Marta Palazzesi, In Svizzera la cioccolata è più buona

 

 

Classe prima media

Luca Azzolini, Bambini per gioco/ La strada più pericolosa del mondo

Francesco D’Adamo, La traversata

Marta Palazzesi, Nebbia/ Mustang

Antonio Ferrara, Harry/ Bestie/ 80 miglia

 

Classe seconda media

Luca Azzolini, Bambini per gioco/ La strada più pericolosa del mondo/ Ragazzi selvaggi

Marta Palazzesi, Nebbia/ Mustang

Francesco D’Adamo, La traversata/ Il muro

Tommaso Percivale, Messaggio dall’impossibile/ Ribelli in fuga/ Più veloce del vento/ Delitto allo specchio

Antonio Ferrara, Pusher/ Sulla soglia del bosco

 

Classe terza media

Elisa Castiglioni, La ragazza con lo zaino verde

Alessandro Q. Ferrari, Le ragazze non hanno paura

Daniela Palumbo, Ad un passo da un mondo perfetto/ Sotto il cielo di Buenos Aires

Tommaso Percivale, Messaggio dall’impossibile/ Più veloce del vento/ Dalla montagna il tuono. Vajont 1963

Benedetta Bonfiglioli, PinK Lady/ Senza una buona ragione/ In attesa di un sole

 

 

Biennio scuola secondaria di secondo grado

Benedetta Bonfiglioli, Senza una buona ragione/ In attesa di un sole. L’amore immaginato di Emily Dickinson

Gabriele Clima, Con le ali sbagliate/ Il sole fra le dita/ Black boys, Feltrinelli

Fabio Geda, Fai qualcosa!/ Anime scalze/L’esatta sequenza dei gesti, Einaudi

 

 

 

Sinossi dei libri proposti

SCUOLA PRIMARIA

 Cristina Bellemo

  • Il paese degli elenchi, Topipittori

    Nel Paese degli Elenchi il signor Fermo Sicurini ha il compito di schedare i cittadini negli elenchi e rilasciare loro dei certificati che attestino la loro esistenza. Alla signora Evelina, per esempio, ha rilasciato il certificato di spazzatrice di pavimenti. Al signor Mario, il certificato di arrostitore di patate al forno. A Lucia, il certificato di vigilessa per i ricci che attraversano la strada e a Guglielmo, il certificato di rammendatore di calzini bucati. Un giorno nell’ordinatissimo Ufficio degli Elenchi, irrompono dodici bambini. Nessuno di loro è ancora iscritto in un elenco e Sicurini si mette all’opera. Capirà presto che l’impresa è più ardua di quanto prevedesse…

  • Storia piccola, Topipittori

    Una storia grande, grandissima, che racconta la gioia dell’arrivo di un bambino, la sua crescita, il miracolo del suo dispiegarsi alla vita per poi prendere il volo verso il proprio destino, con fiducia, allegria e forza

  • Pieno e vuoto, Topipittori

    Un giorno il Signor Pieno e il Signor Vuoto si incontrano. Curiosi e, al tempo stesso, diffidenti, si scambiano qualche parola e qualche silenzio. Ognuno vorrebbe esser visto per come vuole apparire: tutto pieno, l’uno; tutto vuoto, l’altro. “Esser pieni”, pensa il Signor Pieno, “è la cosa migliore del mondo”. “No, è essere vuoti il meglio!” pensa il Signor Vuoto. Pervedere chi ha ragione provano a scambiarsi di posto. E allora quello che avviene ha davvero del miracoloso. Un racconto filosofico profondo e sapiente, improntato alla massima sintesi di segno e parola.

     

Gionata Bernasconi

  • Quell’asino di mio nonno, Emme Edizioni

    Nonno Celso vuole vedere il mare: così salta la staccionata e sparisce nella savana, tra leoni e ghepardi affamati. Nessuno è mai tornato per raccontare quello che ha visto nella savana… nessuno prima di Celso!

  • Occhio al bradipo, Emme Edizioni

    Nella foresta amazzonica volano tucani, saltano scimmie, corrono tapiri e strisciano serpenti. Solo il bradipo Ernesto resta fermo, appeso al suo ramo. Ma quando una pantera lo fiuta, Ernesto apre gli occhi e aguzza l’ingegno!

  • La tigre e la bambina, Einaudi Ragazzi

    C’è un villaggio nel quale è severamente proibito ai bambini varcare la palizzata oltre la quale si erge, minacciosa, la giungla. Ma Nisha, Kamal e Alim spesso si dimenticano dei pericoli, soprattutto mentre giocano. E la tigre lo sa benissimo. Per questo motivo, quando la belva sente le loro risate resta paziente tra le foglie, aspettando che qualcuno commetta un passo falso. E se invece il passo falso lo commettesse lei?

Michele D’Ignazio

  • Il mio segno particolare, Rizzoli

    «Perché non scrivi un libro sulla tua vita?» «Non ci ho mai pensato. Ho solo trentasei anni. E poi non credo di avere chissà quali storie da raccontare…» «Secondo me, tutti abbiamo delle storie da raccontare!» Michele nasce il 7 gennaio 1984. I suoi genitori non vedono l’ora di conoscerlo, di prenderlo in braccio, di portarlo a casa. Ma quando lo vedono per la prima volta restano… stupiti! Sulla schiena il piccolo ha un neo gigante a forma di mantello, proprio come quello dei supereroi. Iniziano così mille avventure, dentro e fuori dagli ospedali, con medici, sale operatorie e infiniti rotoli di garza. Con ironia e leggerezza Michele oggi ci racconta la sua vita a pois, svelandoci le tante emozioni che ha vissuto e descrivendo tutti quei grandi che lo hanno aiutato quando lui era piccolo. Che gli sono stati accanto, con coraggio, sensibilità e allegria. E che gli hanno dato la spinta a diventare la persona che è oggi, uno scrittore attento alla bellezza di tutti i segni particolari e amico dei bambini, a cui non smette di raccontare storie.

Chiara Lorenzoni

  • La forma del tempo, Edizioni Lapis

    Il tempo è immobile come una lucertola, ingombrante come un elefante, libero come un’aquila, gioioso come un cane ma anche grigio come una falena, sveglio come un gufo e lento come un bradipo. Gli animali accompagnano i bambini alla scoperta del tempo, del suo ritmo e del suo valore. Uno spunto delicato e originale per apprezzare ogni piccolo momento. 

  • Quello speciale, Edizioni Lapis

    Il primo nessuno lo ricorda,/ ma è per tutti uguale./ Delicato, salato e un po’ timoroso./ Ci sono poi quelli magici,/ invisibili ma potentissimi./ C’è chi li regala e subito se ne dimentica./ E chi, invece, li ruba.” Da leggere come un indovinello, il racconto poetico e delicato che invita il lettore, pagina dopo pagina, a scoprire cos’è quella cosa speciale che dà il titolo al libro.

  • Amali e l’albero, EDT

    Un libro illustrato poetico, forte e gioioso per raccontare le paure e poi la felicità di una bambina che, arrivata da un paese lontano, trova nella terra in cui è approdata nuovi amici, profumi, sapori. Amali vede dalla finestra della sua cameretta l’albero, quell’albero che vaga per il paese e intimorisce gli abitanti. Esce di casa, gli si avvicina, gli parla, e scopre che l’albero è solo triste perché ha perso le radici e non sa più qual è il suo posto. Amali ricorda allora il viaggio che l’ha portata, come l’albero, lontana da casa. Le torna alla mente il sole caldo della sua terra, ma anche la paura che a volte l’assaliva. Ma ora non ha più paura, ha scoperto cose nuove nel suo nuovo paese, e degli amici. Il mattino dopo, al risveglio si affaccia alla finestra e non vede l’albero, ma un ramo frondoso pieno di foglie e fiori poggiato sul davanzale. “Fiori dal profumo dolce di cacao, fiori dal profumo salato delle gocce del mare che ha attraversato”.

Sergio Olivotti

  • Si fa presto a dire elefante, Rizzoli

    C’è un elefante così timido da diventare invisibile, e l’Elefante stuntman che si vanta di aver fatto da controfigura a Dumbo. C’è l’Ikeafante, che arriva ai genitori pronto da montare, e l’Elefante caffettiera, utilissimo la mattina appena svegli. C’è l’intramontabile Elefante gonfiabile (attenti a non farlo scoppiare!), e quello bionico di ultima generazione. E poi elefanti cavalieri, poeti, cuochi, imbianchini e anche giornalai; con proboscidi sturalavandini o che suonano la tromba, con zanne antenne e cavatappi. Una guida serissima a tutti i tipi di elefante. Anche a quello che non c’è!

Marta Palazzesi

  • In Svizzera la cioccolata è più buona

    Carlo vive in una fattoria sulle montagne sopra Varese insieme ai genitori. Per lui la guerra è qualcosa di vago e lontano, ma tutto cambia quando scopre un bambino nascosto nei boschi che circondano la sua casa. Volpe ha pochi anni più di Carlo e gli racconta tutto quello che lui, bambino ebreo, è stato costretto a subire dall’entrata in vigore delle leggi razziali. La speranza è una sola: riuscire a raggiungere la “ramina”, la rete che separa l’Italia dalla Svizzera. Sono in tanti a cercare di farlo, e sono in tanti a venire traditi senza pietà dai passatori che, pur di intascarsi la taglia, consegnano gli ebrei alle autorità a pochi metri dalla salvezza. Una storia sul confine tra il bene e il male: la storia di un bambino che sapeva da che parte si trovasse l’uno e da che parte si trovasse l’altro, e di come cercò di ricordarlo agli adulti, che quel confine lo avevano tracciato, ma chissà perché non erano più in grado di vederlo.

Guia Risari

  • Una gallina nello zaino, Terredimezzo

    Durante una gita in fattoria con la sua famiglia, Orazio conosce Carmen, una gallina davvero speciale: è intelligentissima, è brava in matematica, scrive poesie. E parla!Carmen è stufa della vita in campagna, così convince Orazio a portarla a casa sua. Il problema è tenerla nascosta ai genitori e all’insopportabile fratello. Difficile non destare sospetti, con il frigo pieno di uova e le piume impigliate nella spazzola di suo padre…

  • Ada al contrario, Settenove

    Da neonata, al posto di urlare «Uééé, uééé», aveva strillato: «Éééu, éééu». Dormiva di giorno e stava sveglia di notte. Il papà l’appoggiava sulla culla e lei si sollevava. La sollevava e lei voleva sdraiarsi. Chiamava mamma il papà e papà la mamma e, crescendo, iniziò persino a camminare al contrario. La storia di Ada tocca con leggerezza il tema dell’Asperger, una forma di autismo, e lo fa sottolineando l’aspetto della libertà e del diritto di essere accolti nella propria diversità, elemento che può coinvolgere tutti i bambini e le bambine a prescindere da quale sia la loro propria e peculiare unicità. Sarà una maestra di ginnastica a insegnarle un trucco per vivere in armonia con gli altri restando se stessa.

  • Il volo della famiglia Knitter, Bohem Press

    La famiglia Knitter era una famiglia normale finché un giorno – così caldo che quasi non si respirava – il canarino insegnò loro a volare. Un racconto sull’immaginazione, la meraviglia, la natura e la libertà.

  • Avanti tutta!, Edizioni Corsare

    Questa storia comincia in una giornata un po’ inutile, in cui non sta accadendo nulla di speciale e nessuno ha ancora sorriso. In giardino, contro l’albero, trovo due pali lunghissimi, così lunghi che non se ne vede la fine. Ci penso un po’ su e mi arrampico. Ci sono dei legnetti messi di traverso per riposarsi, ma io mi sento forte e monto fino in cima. Capisco che sono dei trampoli. E dall’alto ammiro il paesaggio. Si vedono i campi, il lago, la montagna. Gli alberi paiono cespugli e il cielo una goccia vicina”.

Anna Sarfatti

  • Sei Stato tu? La Costituzione attraverso le domande dei bambini, Salani

    I principi della Costituzione spiegati ai ragazzi – attraverso le loro domande – con semplicità da uno stimato ex magistrato e da una scrittrice e insegnante. Gherardo Colombo e Anna Sarfatti firmano insieme un testo per giovani lettori e adulti curiosi, che nasce sul campo, dai loro incontri coi ragazzi. Ogni tema è al centro di un capitolo, ogni capitolo è suddiviso in domande. Un libro semplice e completo, indispensabile per capire come funziona il nostro Stato.

  • Se vuoi la pace, Giunti

    Un albo che parla di pace, una pace simile a un aquilone fatto di tessere colorate. Grandi tavole illustrate che ci pongono di fronte agli opposti, coraggio e viltà, fedeltà e tradimento, aiuto e indifferenza, per scoprire insieme quali sono i tasselli che vanno a comporre l’aquilone della pace…

Annalisa Strada

  • I bislunghi e i biscorti, Salani Edizioni

    I Bislunghi abitano vicino ai Biscorti, tanto diversi da loro. I due popoli sono stanchi della pace che regna sovrana da tempo e provano a farsi la guerra, ma non riescono. Si accaniscono, si lambiccano per sopraffarsi a vicenda, ma alla fine una raffica di straordinari eventi li porta a una riconciliazione che potrebbe durare per sempre (o quasi).

  • La scorpacciata, DEA

    I genitori di Iunia e Clelia sono salutisti fermamente convinti che mangiare bene sia la soluzione a tutti i problemi del mondo. Ecco perché nei piatti delle figlie servono solo orride verdure lessate e altri cibi spaventosamente sani. Per le due sorelle è una vera tragedia non poter assaggiare nemmeno una caramella! Come se non bastasse, i loro vicini di casa sono due grinzosi vecchietti che, al contrario, amano spendere i loro soldi in prelibatezze di ogni genere. Il giorno in cui il loro frigorifero si guasta, Iunia e Clelia vengono chiamate ad aiutare i due anziani per mettere in salvo il cibo. Quando però, in cambio del loro lavoro, non ricevono nemmeno una caramella, inizia la guerra.

  • La cacciatrice di fossili , Editoriale Scienza

    Dorset, Inghilterra, 1811. Una ragazzina di 12 anni porta alla luce il corpo fossilizzato di un ittiosauro, il primo a essere rinvenuto. Mary Anning, questo il suo nome, è figlia di un falegname di Lyme Regis, un paesino arroccato tra le scogliere e il mare. Il padre arrotonda le scarse entrate cercando fossili sulle spiagge locali per venderli ai turisti. Mary si appassiona a queste ricerche e diventa sempre più abile: riesce a raffigurarsi la sagoma di un animale vissuto milioni di anni prima a partire dai frammenti che scova nella roccia. A 24 anni fa la seconda grande scoperta, individuando il primo scheletro di plesiosauro e, qualche anno più tardi, quello di uno pterodattilo. I suoi ritrovamenti suscitano scalpore e interesse, eminenti studiosi si recano a Lyme Regis per incontrarla.

  • I ragazzi di Villa Emma, Mondadori

    Luglio 1942: alla stazione di Nonantola un gruppo di ragazzi scende spaesato da un treno proveniente dall’Europa orientale. Sono ebrei in fuga dalla guerra e dalla deportazione nazista. In cerca di salvezza, hanno lasciato genitori e amici per affrontare un viaggio pericoloso e pieno di difficoltà. Il loro futuro dipenderà dal coraggio e dall’intraprendenza di un intero paese. La storia vera di un gruppo di ragazzi ebrei in fuga e di un intero paese pronto a salvarli.

 

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO 

 Luca Azzolini

  • Bambini per gioco, Einaudi Ragazzi

    La piccola Yassine e suo cugino Sayed vivono in uno sperduto villaggio dell’Afghanistan. Lavorano i campi, badano ai fratelli più piccoli e accudiscono il bestiame, ma trovano il tempo anche per sognare: credono nella magia dei libri e trascorrono lunghe mattinate a raccontarsi fiabe e leggende. Il loro mondo, però, sta per crollare. Su entrambi incombono le decisioni dei padri, disposti a liberarsi di loro per ripagare un debito o riacquistare un presunto onore perduto. Prima che le loro vite cadano in mano di adulti senza scrupoli, decidono di fuggire, incoraggiati dal maestro del villaggio, il saggio Mansur. C’è una scuola che può accoglierli. È perfetta per bambini che, come loro, vogliono imparare a leggere e scrivere. Li aspetta però un cammino pieno d’insidie che diventerà il viaggio più avventuroso della loro vita.

  • La strada più pericolosa del mondo, Einaudi Ragazzi

    Sareste disposti ad affrontare la strada più pericolosa del mondo pur di andare a scuola? Questa è la storia vera di tre ragazzini e dell’incredibile viaggio che devono compiere. Arun ha solo sette anni, Waman dieci e Manjula dodici. Sono nati in una delle più sperdute valli del Kashmir, nell’estremo nord fra India, Pakistan e Cina. E hanno un sogno: andare a scuola… Per realizzarlo devono percorrere più di cento chilometri a piedi, immersi in una terra selvaggia e ostile, a quattromila metri di altezza.Fra ghiacciai eterni e gelidi fiumi in piena, venti artici, voragini e sfide oltre l’umano, affronteranno la misteriosa ciadar: la strada più pericolosa del mondo. Un luogo in cui nulla è come sembra, e dove  in gioco c’è sempre la vita.

  • Ragazzi selvaggi, Dea

    Luca fa il conto alla rovescia: con la terza media si chiudono tre anni d’inferno. Non vede l’ora, ormai è questione di settimane. Anche Mattia fa il conto alla rovescia: aspetta il giorno in cui le sue stupide erre non suoneranno più così stupide e riuscirà a dichiararsi a Clara, l’attaccante più tosta della squadra di calcio. E poi ci sono Massimo, Lorenzo, Alberto. Loro sono quelli che camminano in gruppo e in gruppo trascinano i ragazzi grassi sotto le docce gelide. Anche loro però fanno il conto alla rovescia: contano i giorni che li separano dallo scherzo di fine anno, quell’evento che li farà passare alla storia e farà ricordare i loro nomi tra le mura della scuola media. E così, mentre Luca conta e sembra svanire, e Mattia conta e pare sbocciare, loro, i ragazzi, selvaggi, continuano a montare lo scherzo. Non sono mostri, non vogliono fare del male. Ma più il rischio è alto più l’adrenalina sale, e più sale più è facile sbagliare. E qualche volta, un singolo errore può trasformare lo scherzo in un gioco mortale.

Benedetta Bonfiglioli

  • In attesa di un sole. L’amore immaginato di Emily Dickinson, Mondadori

    Sdraiato accanto a lei a occhi chiusi disegna con le dita il suo contorno, ne segue le curve, le sporgenze, i ricami delle vene, e lei sente che i limiti svaniscono, la sua pelle non la contiene più. «Chi sei?» gli chiede «che mi porti fuori di me e mi incontri nello spazio vastissimo?» Lui le sorride. «Io non sono nessuno, e tu?» «Nemmeno io» gli risponde, «siamo uguali. E inaccettabili.» Lui annuisce. «Hai paura?» «Solo di doverti dire addio fra tre giorni.» Un romanzo struggente e delicato, che completa con l’incanto dell’invenzione la biografia di una poetessa immortale.

  • PinK Lady, San Paolo Edizioni

    Anna ha i capelli rosa, il volto coperto dai piercing e un dolore grande che solo l’amore potrà cancellare. Anna ha diciassette anni e, di fronte all’apatia e alla depressione in cui sono sprofondati i suoi genitori alla morte della sorella maggiore, reagisce solo con la rabbia. Verso di sé, verso i suoi, verso la sorella morta: ne sente la mancanza, vorrebbe non dimenticarla mai, nutrire il ricordo di lei con il suo dolore e nello stesso tempo vorrebbe ricominciare a vivere. Riuscirà a farlo tra i palazzi antichi di Belmonte, cittadina della Pianura Padana, dove deve ricominciare tutto da capo. Qui conosce l’amore: quello tra Ete e Paolo, quello gratuito di Silvia, quello di Marco e riscopre quello dei suoi genitori. Qui impara che il passato non si cambia e che non è una colpa lasciare che il dolore si plachi per tentare di essere felici.

  • Senza una buona ragione, Pelledoca

    Bianca ha una vita semplice: pochi amici veri, la scuola troppo difficile che affronta con determinazione, e la famiglia, imperfetta come tutte. È molto legata al fratello maggiore Carlo con cui è cresciuta nell’assenza sistematica dei suoi genitori impegnati al lavoro. Carlo si è da poco trasferito a Parigi per studiare e quando torna dall’università per le vacanze di Natale, lascia la sua fidanzata storica, la bellissima Greta, che frequenta la stessa classe di Bianca. Da questo momento, Bianca diventa vittima di piccoli incidenti e di cattiverie dapprima quasi insignificanti, poi sempre più seri: dietro ognuno di essi sembra esserci Greta, evidentemente così arrabbiata per essere stata lasciata da Carlo da perseguitare con crudeltà la sorella di lui. Bianca sprofonda piano piano in un abisso e nel suo naufragio verso la solitudine soltanto Mila, compagna di classe attenta e premurosa, le rimane vicino. Sarà solo molto lontano da casa che Bianca troverà la verità oscura e sorprendente dietro la sua caduta, e la forza per rialzarsi e ricominciare da capo.

Elisa Castiglioni

  • La ragazza con lo zaino verde, Il Castoro

    1938, provincia di Varese. Alida ha 14 anni: sguardo limpido, spalle dritte, è fiera di essere una Giovane Italiana, l’orgoglio dell’Italia fascista. Il Duce veglia su tutto, e lei si sente serena, tra l’estate in colonia e le manifestazioni del sabato fascista. Finché il suo equilibrio non comincia a incrinarsi: è giusto che la sua amica Miriam non possa più frequentare la scuola? Perché la zia Isabella, così critica verso il Duce, è sparita? E cosa nasconde suo padre? Alida trova a poco a poco le risposte, e la vita la chiama a una scelta: si può andare contro tutto ciò che ti hanno sempre insegnato?

 

Francesco D’Adamo

  • La traversata, Il Castoro

    Notte di tempesta. Un’imbarcazione si incaglia in prossimità della costa. Naufraghi giungono a riva, spaventati. Fuggono. Nella sabbia rimane uno zainetto, è di un bambino, Omar. Il vecchio pescatore Ezechiele, accompagnato dal nipote e dal cucciolo Spaghetti, decide di compiere “la traversata” al di là del mare, per riportare lo zainetto alla mamma e rassicurarla che il suo piccolo è arrivato sano e salvo sulle nostre coste. Ezechiele sente di doverlo fare, sente di dover compiere quel viaggio nel nome della condivisione, della fratellanza e dell’importanza dei piccoli gesti. La strana compagnia comincia un’avventura che li porterà alla malinconica Isola Che Non C’è, ad affrontare il mare aperto, e infine a trovare il modo di comunicare in un paese del tutto sconosciuto.

  • Il muro, DEA

    Esiste un Muro, una barriera così alta che è impossibile vederne la cima. Non si sa bene che cosa ci sia dall’altra parte. In tanti hanno provato a oltrepassarlo, nessuno è mai tornato per raccontarlo. A Márquez, invece, non è mai interessato scoprire cosa c’è oltre il Muro: lui ha un cavallo, un fucile e tutta la libertà che può desiderare. Ma la mattina in cui conosce Teresa le cose cambiano. Perché Teresa ha due grandi occhi neri a cui è difficile resistere. E le idee chiare. Vuole andare Di Là e salvare sua sorella, che è partita mesi prima sul Tren de la muerte e non ha più fatto sapere nulla di sé. Insieme a Teresa c’è Pato. Pure lui non ha dubbi, anche se ha solo sei anni: è praticamente certo che dall’altra parte del Muro ci sia Batman, l’eroe di Gotham City, e vuole trovarlo per chiedergli di salvare il suo villaggio. Infine c’è Coyote, che si unisce al gruppo per trovare qualcosa per cui valga la pena di lottare: la sua compagna, i suoi cuccioli, la vita. Comincia così un viaggio che porterà Teresa, Márquez e i loro improbabili compagni a scoprire il valore dell’amicizia e della libertà.

     

Antonio Ferrara

  • Harry, Einaudi Ragazzi

    La vita di Harry Houdini raccontata dalla viva voce di lui medesimo, con un linguaggio esuberante e tenero come il suo carattere. La biografia romanzata del mago della fuga che si racconta già da ragazzo e che cresce nel corso della storia fino a diventare un fenomeno famoso in tutto il mondo. Fino alla sua morte paradossale. La magia è dentro ciascuno di noi, sembra dire Harry, si tratta solo di crederci e di allenarsi a evocarla. E poi si tratta di frequentarla. Sempre.

  • Bestie, Einaudi Ragazzi

    La storia di un cacciatore che spara e uccide con voluttà animali selvatici di tutti i tipi e di tutte le latitudini. Sempre torna a casa ricco di trofei, e li esibisce con orgoglio nella sua grande villa sul mare, dove tiene spesso delle ricche feste. Ma un giorno tre ragazzini, due maschi e una femmina, giocano nel giardino che confina con il suo. Schiamazzano, gridano e giocano spesso con un’oca, che a sua volta starnazza e non lo lascia riposare. Il cacciatore ci mette poco a decidere di farla fuori. Si apposta per sparare all’oca, ma per via di alcuni imprevisti non gli riesce. Tempo dopo saranno proprio l’oca e i bambini a salvarlo.

  • 80 miglia, Einaudi Ragazzi

    Il romanzo racconta l’impresa titanica e mai vista prima di andare col treno da un Oceano all’altro. Ma per far andare il treno in mezzo alla prateria serviva il vapore, e per il vapore l’acqua, e una stazione di rifornimento. Intorno alla stazione ci voleva una città. Ma nessuno andava volentieri a metter su casa da solo in mezzo alla prateria. La Union Pacific, la compagnia ferroviaria, cominciò allora ad assoldare gente che con le parole ti incantava, e chiese a questi tizi di convincere gli avventori dei saloon ad andare a ovest, verso il “Selvaggio West”, ad abitare terre “nuove e fertilissime”. Così il giovane Billy decise di partire…

  • Pusher, Einaudi Ragazzi

    In certi quartieri di certe città è più difficile essere bambini, è più difficile crescere, è più facile sbagliare. In certi quartieri di Napoli ci sono ragazzi che vivono di notte, che come Tonino spacciano droga, che non vanno a scuola. Ma, grazie a uomini e donne che immaginano i bambini e i ragazzi per ciò che potranno diventare, la notte non è fatta solo per questo. La notte è fatta anche per mostrare il proprio coraggio, lo spirito di sacrificio, la determinazione. La notte è fatta anche di lavori onesti e coraggiosi…

  • Sulla soglia del bosco, Einaudi Ragazzi

    È la storia di un ragazzo un po’ viziato che scappa diverse volte dalla comoda casa dei suoi genitori per addentrarsi nel pericoloso bosco che con la casa confina. Nel bosco incontrerà un uomo cieco e un uomo senza braccia, che coraggiosamente piantano alberi accanto a un inquinante cementificio. Nel bosco il ragazzo imparerà a superare paure e pregiudizi verso chi ha un aspetto diverso dal suo, imparerà a essere utile, a pensare con la sua testa.

Alessandro Q. Ferrari

  • Le ragazze non hanno paura, DEA

    Se dovesse scegliere un superpotere, Mario Brivio non avrebbe dubbi: l’invisibilità. Sarebbe il modo migliore per attraversare inosservato i corridoi del Boccaccio, lontano dagli sguardi del Bistecca e degli altri bulli della scuola. L’alternativa è quella a cui pensa sua mamma: spedirlo a trascorrere l’estate a casa della zia, a Castelnero, un paesino del Piemonte ai piedi delle montagne dove non conosce nessuno. Ma l’estate per un ragazzo di tredici anni – persino per uno apparentemente senza speranza come lui – è una stagione piena di magia, ed è proprio lì, tra boschi, torrenti e vecchi ponti di legno, che Mario incontra Tata. Tata, la ragazza più bella che abbia mai visto. Insieme a lei, Mario diventa per la prima volta parte di un gruppo. O meglio, di una banda. Una banda di sole ragazze: Tata, Jo e Inca. Fino alla notte della tragedia. La notte in cui l’estate finisce e comincia un nero inverno, che ognuno di loro dovrà affrontare da solo. Un viaggio dentro un bosco fitto di paure, al termine del quale Mario e la sua banda si ritroveranno, mano nella mano, non più bambini.

Marta Palazzesi

  • Nebbia, Il Castoro

    Londra, 1880. Clay ha 13 anni ed è un mudlark, uno di quei ragazzi che vivono in baracche sul Tamigi, vendendo gli oggetti che trovano nel fango delle sue rive. Un giorno Clay si reca all’accampamento del nuovo circo arrivato in città e, sorpreso da Ollie, la piccola nipote della zingara, viene portato al cospetto della gabbia del lupo, l’ultimo esemplare rimasto nel Regno Unito. Nebbia, così lo chiama, è feroce, arrabbiato, assolutamente indomabile, forse anche in virtù dei metodi crudeli dei domatori, a cui Clay assiste di nascosto. Da quel momento, in Clay scatta qualcosa: vuole, con tutte le sue forze, che l’animale ritorni libero e, con la stessa tenacia, cerca di creare un legame con lui, aiutato da Ollie.

  • Mustang, Il Castoro

    Texas, 1850. Robb ha 13 anni e mal sopporta che i genitori l’abbiano lasciato come un pacco alla piantagione dello zio per andare a cercare fortuna in California. Quando decide di dimostrare a tutti quanto vale, sceglie la strada più complessa: vuole catturare un Mustang, esemplare della razza indomabile di cavalli che sta creando il panico nelle piantagioni vicine. Solo con l’aiuto di Ako, un’indomita indiana, e Aimery, il suo ex-amico di infanzia schiavo, pronto a rischiare per conquistarsi la libertà, Robb può cercare il suo futuro.

Daniela Palumbo

  • Ad un passo da un mondo perfetto, Edizioni Piemme

    Germania, 1944. Iris, undici anni, non sa perché suo padre le ha vietato di parlare con il giardiniere che cura il parco della loro villa; ma la curiosità è più forte di lei. Comincia ad avvicinarsi di nascosto a quello sconosciuto con la testa rasata e la divisa a righe. Così, giorno dopo giorno, tra i due nasce un’amicizia clandestina fatta di gesti nascosti e occhiate fugaci, un’amicizia in grado di far crollare il muro invisibile che li separa e di capovolgere il mondo.

  • Sotto il cielo di Buenos Aires, Mondadori

    1952. Addio, Italia. Un lungo viaggio su una grande nave dovrebbe essere un’avventuramagica, un sogno ad occhi aperti per chiunque. Invece per Ines significa abbandonare tutto – la scuola, l’amore, l’adorata cavalla Lucerna – e partire con un grande punto interrogativo nella testa e un peso sul cuore. Destinazione: Argentina. A Buenos Aires non mancano colori e odori nuovi, idee e amicizie da scoprire, ma ben presto Ines incontra sulla sua strada una dittatura sanguinaria, e impara una parola che la segnerà nel profondo: desaparecidos. Si può davvero sparire per sempre? La ricerca della verità fa il giro del mondo e arriva ai nostri giorni, toccando le vite di Angela Maria, Ines, Estela, Luna, Pablo, tutti parte di un grande segreto da svelare e di un unico destino da ricostruire.

Tommaso Percivale

  • Messaggio dall’impossibile, Einaudi Ragazzi

    Buccia ha quattordici anni, è un radioamatore e passa tutto il tempo a intercettare messaggi e comunicazioni. Insieme a lui c’è Jack, il suo migliore amico. Le ricerche dei due ragazzi si concentrano sullo spazio. È il 1961, un anno epico per l’esplorazione spaziale. Stati Uniti e Unione Sovietica si contendono la conquista del cosmo in una guerra scientifica a colpi di missioni ardite e notizie eclatanti. Un giorno appare una notizia bomba: qualcuno ha registrato gli ultimi minuti di vita della prima donna astronauta sovietica, una “cosmonauta perduta” morta in circostanze oscure. Lo stesso giorno, Jack capta un messaggio che non avrebbe dovuto ascoltare. E scompare nel nulla. Tocca a Buccia scoprire cosa sia successo al suo migliore amico…

  • Ribelli in fuga, Einaudi Ragazzi

    Nel 1928 il regime fascista scioglie le associazioni scout, ma a Pruneto, un piccolo nucleo di scout rifiuta le imposizioni del regime. Non accetta, non ci sta. E si ribella, dandosi alla macchia. I cinque giovani ribelli partono alla ricerca di un covo segreto, lassù tra le montagne. Quando sembra che tutto vada per il meglio, ecco che una cricca di nuovi balilla scopre il loro segreto e si getta all’inseguimento, setacciando monti e valli. Aiutati di nascosto da alcune figure del paese, i cinque giovani vivono un’avventura eccezionale di ribellione e sopravvivenza, per riuscire a mantenere in vita i loro ideali di libertà e lealtà.

  • Delitto allo specchio, Edizioni Piemme

    Appena arrivato al Collegio degli Orologi, un’imponente costruzione abbarbicata sulle Alpi, il giovane orologiaio Tobias è inquieto: in quella scuola, per giunta femminile, non solo ci sono trecento orologi da sistemare, ma anche una strana atmosfera, come una presenza che osserva nell’ombra. E sarà proprio un’Ombra a uccidere una studentessa, Sibille, colpendola al volto con uno specchio. Ma poco dopo, Tobias si ritrova davanti Sibille, viva e vegeta. Chi è dunque quella ragazza uccisa? L’unico sospettato pare essere Tobias. Purtroppo la sua fedina penale non è delle più pulite, però non è un assassino ed è intenzionato a dimostrarlo.

  • Più veloce del vento, Einaudi Ragazzi

    C’è stato un tempo in cui il ciclismo era per uomini coraggiosi, impavidi eroi. Si riempivano la pancia di costolette e penne al ragù annaffiando tutto col vino rosso e poi pedalavano per centinaia di chilometri su strade sterrate fangose, pericolose, polverose. Un tempo in cui certi tifosi erano così appassionati da fare agguati ai corridori avversari e riempirli di bastonate. Un tempo in cui per correre bisognava essere maschi di ferro. Finché da una terra di nessuno, isolata e piena di zanzare, emerge qualcosa di nuovo: un germoglio inaspettato, una promessa con le gambe infaticabili e una determinazione incrollabile. A cavallo di una bicicletta scassata e con la preparazione atletica di una sarta, Alfonsina Strada arriva e corre.  Corre veloce, più veloce, vola. Non è facile, perché il ciclismo è uno sport duro per duri. Non basta la passione, la voglia di andare. E poi lei è una donna e il ciclismo non è uno sport per signorine.  Ma Alfonsina è come il vento, che non conosce leggi né limiti e corre finché ha forza, finché le gambe reggono, finché c’è un orizzonte da raggiungere e superare. E quando corre, corre per vincere.

SCUOLA SECONDARIA DI SECONDO GRADO

Benedetta Bonfiglioli

  • In attesa di un sole. L’amore immaginato di Emily Dickinson, Mondadori

    Sdraiato accanto a lei a occhi chiusi disegna con le dita il suo contorno, ne segue le curve, le sporgenze, i ricami delle vene, e lei sente che i limiti svaniscono, la sua pelle non la contiene più. «Chi sei?» gli chiede «che mi porti fuori di me e mi incontri nello spazio vastissimo?» Lui le sorride. «Io non sono nessuno, e tu?» «Nemmeno io» gli risponde, «siamo uguali. E inaccettabili.» Lui annuisce. «Hai paura?» «Solo di doverti dire addio fra tre giorni.» Un romanzo struggente e delicato, che completa con l’incanto dell’invenzione la biografia di una poetessa immortale.

  • Senza una buona ragione, Pelledoca

    Bianca ha una vita semplice: pochi amici veri, la scuola troppo difficile che affronta con determinazione, e la famiglia, imperfetta come tutte. È molto legata al fratello maggiore Carlo con cui è cresciuta nell’assenza sistematica dei suoi genitori impegnati al lavoro. Carlo si è da poco trasferito a Parigi per studiare e quando torna dall’università per le vacanze di Natale, lascia la sua fidanzata storica, la bellissima Greta, che frequenta la stessa classe di Bianca. Da questo momento, Bianca diventa vittima di piccoli incidenti e di cattiverie dapprima quasi insignificanti, poi sempre più seri: dietro ognuno di essi sembra esserci Greta, evidentemente così arrabbiata per essere stata lasciata da Carlo da perseguitare con crudeltà la sorella di lui. Bianca sprofonda piano piano in un abisso e nel suo naufragio verso la solitudine soltanto Mila, compagna di classe attenta e premurosa, le rimane vicino. Sarà solo molto lontano da casa che Bianca troverà la verità oscura e sorprendente dietro la sua caduta, e la forza per rialzarsi e ricominciare da capo.

Gabriele Clima

  • Il sole fra le dita, Edizioni San Paolo

    Dario ha sedici anni. È un tipo difficile da trattare, ne sanno qualcosa i suoi insegnanti. Vive con la madre con la quale comunica poco o nulla. Il padre non c’è più, ha abbandonato la famiglia quando Dario era solo un bambino portando via con sé gli ultimi ricordi felici e il suo rassicurante abbraccio. Da allora Dario vive allo sbando. A scuola, dopo l’ennesimo scontro, il preside decide di assegnarlo per punizione a un servizio di assistenza “volontario” a uno studente disabile. E così Dario conosce Andrea, detto Andy, immobilizzato su una sedia a rotelle e incapace di comunicare. Dario e Andy. Non potrebbero essere più diversi, ma una straordinaria avventura “on the road” ribalterà tutti gli schemi.

  • Con le ali sbagliate, Uovonero

    Nino, diciassette anni, pochi amici, figlio unico, scopre timidamente i primi amori. Uno su tutti: Tiziano. Nino conosce da sempre la propria omosessualità, ma i suoi genitori (una madre ossessiva e un padre troppo sicuro dell’assolutezza dei propri valori) sono convinti che sia qualcosa di sbagliato, contro natura. Qualcosa da curare. Per questo Nino si trova nella comunità religiosa gestita da don Claudio, una sorta di “clinica” dove ragazze e ragazzi come lui vanno per “guarire” e ritrovare la loro vera natura, quella voluta da Dio. Quando la situazione diventa insostenibile, la soluzione è la fuga. Inizia così una serie di incontri, alcuni pericolosi, altri salvifici, che Nino farà alla ricerca di sé, per potersi finalmente presentare al mondo come “Nino, maschio, omosessuale”.

  • Black boys, Feltrinelli

    Alex, sedici anni, è appena entrato nei Black Boys, un gruppo violento di azione giovanile. Il suo obiettivo è trovare il “nero” che ha causato l’incidente in cui suo padre ha perso la vita e dargli una lezione. I Black Boys sono disposti ad aiutarlo, ma in cambio Alex parteciperà alle azioni punitive che il gruppo organizza. È durante una di queste che Alex perde il controllo della situazione e un uomo finisce in ospedale. Alex è sconvolto, tanto più che un testimone lo ha visto ed è stata aperta un’indagine. Tenta quindi di uscire dai Black Boys, ma il leader del gruppo lo minaccia. Schiacciato fra le pressioni dei compagni e il peso di scelte sempre più difficili, Alex si ritrova in una spirale che giorno dopo giorno gli si stringe intorno inesorabilmente. Solo quando si troverà davanti agli esiti più estremi delle proprie azioni, prenderà consapevolezza della follia a cui il suo desiderio di vendetta lo ha portato.

Fabio Geda

  • Fai qualcosa!, Mondadori

    Una città sul mare, la primavera che avanza, la scuola. Questo è il mondo di Matteo, Anita, Zahira e Luca, quattordicenni che, all’improvviso, capiscono che il modo in cui si gestiscono le cose, lì in mensa, a loro proprio non piace: è la plastica, il problema. È troppa, inquina e sembra che a nessuno importi. Così decidono di mettere in piedi una protesta, ma chi avrebbe l’autorità di ascoltarli non muove un dito e, anzi, qualcuno prova a sabotarli, tanto tra i compagni quanto tra gli insegnanti. E poi c’è lei, la professoressa di Storia con una misteriosa cicatrice sulla fronte, che un giorno racconta di quando aveva vent’anni e protestava al G8 di Genova, nel 2001. E se quella cicatrice arrivasse da lì? Forse lei avrà voglia di ascoltarli e di capire quello che, per i ragazzi come loro, conta come non mai: agire subito, perché un altro mondo è ancora possibile.

  • Anime Scalze, Einaudi

    Ercole Santià trascorre l’infanzia ricucendo gli strappi quotidiani della vita. Lui e sua sorella Asia tirano avanti a stento – con fantasia e caparbietà – insieme al padre, un personaggio tanto inadeguato quanto innocente; eppure, come tutti, crescono, vanno a scuola, s’innamorano. Finché, all’improvviso, ogni cosa attorno a Ercole inizia a crollare. Niente sembra in grado di fermare la slavina che lo sta travolgendo, nemmeno Viola, la ragazza che da qualche tempo illumina i suoi giorni. Convinto che quello di incasinarsi sia un destino scritto nel sangue della propria famiglia, è sul punto di arrendersi quando viene a sapere che la madre, di cui non ha notizie da anni, abita non lontano da lui. L’incontro con la donna lo metterà di fronte alla necessità di reagire compiendo una scelta drammatica. L’unica possibile, forse, se vuole cambiare il proprio destino e proteggere le persone che ama.

  • L’esatta sequenza dei gesti, Einaudi

    I personaggi di questo romanzo di Fabio Geda sono due ragazzi dalle vite diverse ma legate dalle stesse difficoltà; Marta e Corrado appartengono a due famiglie complicate che non riescono più a rimanere unite e a badare a loro, perché perse nei casi della vita e delle necessità. È a questo punto che le due storie si incrociano, entrambi vengono ospitati da una Comunità alloggio che li accoglie e diventa la loro nuova famiglia in cui poco alla volta impareranno a vivere. Proprio da questa esigenza di ritrovarsi si sviluppa la trama del romanzo, storia di ragazzi e di esistenze difficili, ma anche dì piccole gioie e di una fuga verso il passato in cui Marta e Corrado scopriranno la natura e la montagna, con gli occhi dello stupore e della bellezza.