Daniela Palumbo

Daniela Palumbo vive a Milano, dove svolge la sua attività di giornalista e scrittrice.

Ha pubblicato nel 1998 il suo primo libro, Il mio Migliore Amico, un testo sulla disabilità giunto finalista al concorso di letteratura per ragazzi Il Battello a Vapore, edizioni Piemme. Dodici anni dopo, nel 2010, quel premio l’ha vinto con Le Valigie di Auschwitz, pubblicato nel gennaio 2011. Il libro inoltre ha ottenuto altri riconoscimenti: Premio Laura Orvieto 2011; Premio Gigante delle Langhe 2011 e Premio Le Terre del Magnifico. E’ arrivato secondo all’edizione 2011 del Premio Giovanni Arpino ed è fra i dodici titoli italiani entrati nel catalogo della selezione White Ravens 2012, a cura della Jugendbibliotek di Monaco. Riguardo alla scrittura afferma: «Scrivo per passione. Perché le storie dell’immaginario restano sempre il posto preferito dove stare, restare, tornare, il luogo che posso portare sempre con me, ovunque io sia, con chiunque io sia.»

Daniela Palumbo ha scritto molti romanzi per ragazzi che sono stati tradotti in Argentina, Cile, Colombia, Messico, Spagna, Polonia, Brasile, Cina, Corea, Perù, Grecia, Turchia. Tra questi ricordiamo Sotto il cielo di Buenos Aires (Mondadori), Fino a quando la mia stella brillerà (Piemme) e Noi, ragazze senza paura (Piemme). Nel 2019 ha pubblicato A un passo da un mondo perfetto (Piemme Editori), con cui ha vinto il Premio Castello di quell’anno.

Già ospite al nostro festival La Vallata dei libri bambini,  Daniela Palumbo sarà ospite nell’edizione del 2022.