Annalisa Strada

Annalisa Strada è nata nel 1969 in provincia di Brescia dove vive tuttora con marito e figlia. Avrebbe voluto fare l’entomologa, ma la vita a volte sa sorprendere.

Dopo anni di servizi editoriali, ricettari e manuali, ha cominciato a scrivere libri per bambini e ragazzi, ma da allora conserva una doppia vita come docente di lettere nella Secondaria di primo grado. Di lei dice che non saprebbe insegnare senza scrivere né scrivere senza insegnare.

Ha pubblicato oltre ottanta titoli e ha vinto numerosi premi, tra cui il Gigante delle Langhe (2010) con Fino all’ultima mosca (San Paolo) e il Premio Arpino (2011, 2012). Nel 2014 riceve il Premio Andersen per il romanzo “Una sottile linea rosa”(Giunti), opera vincitrice nella categoria “libri sotto i 15 anni” e nel 2017 il Premio Cento per Io, Emanuela agente di scorta di Paolo Borsellino (Einaudi ragazzi). 

Durante il festival incontrerà le classi della Valle Seriana discorrendo dei suoi libri: I bislunghi e i biscorti (Salani Edizioni), La scorpacciata (DeA Planeta), La cacciatrice di fossili (Editoriale Scienza) e I ragazzi di Villa Emma (Mondadori).

Annalisa Strada sarà ospite al festival La Vallata dei libri bambini nell’edizione del 2022.